CANARINI

ORDINE: Passeriformes
FAMIGLIA: Fringillidae
SPECIE: Serinus canaria
NOME COMUNE: Canarino.
ZONA D’ORIGINE: Madera, Azzorre e Canarie.
CARATTERISTICHE:
Il canarino è un allegro e simpatico volatile originario delle isole Canarie, fu importato nel nostro continente all’inizio del ‘400 dai primi conquistatori spagnoli rimasti colpiti dalle sue particolari doti canore. Presenta dimensioni medio-piccole (11-16 cm), becco corto , conico e robusto, coda allungata e leggermente biforcuta,  ali appuntite e zampe sottili con lunghe dita prensili. Il colore originario è verdastro ma oggi,grazie a numerosi incroci, se ne possono trovare di varie colorazioni:giallo,rosso,bruno,grigio…
Il canto nel maschio è molto melodioso mentre la femmina emette solo lievi pigolii.
E’ un animale molto socievole che non sopporta la solitudine, per questo si consiglia di allevarli in coppia;con l’uomo si rivela amichevole ma non gradisce molto le coccole e le manifestazioni d’affetto troppo invadenti e rumorose.
Vita media: circa 10 anni
ALIMENTAZIONE:
Il canarino è granivoro: in commercio ci sono numerose miscele di granaglie adatte a lui contenenti scagliola, panico, avena, cardo e lino.
La dieta va integrata con cicoria, lattuga, carote, zucchine e cetrioli, il tutto asciutto e a temperatura ambiente per evitare problemi intestinali.
L’osso di seppia è importante in quanto fornisce calcio e aiuta i processi digestivi. L’acqua nei beverini va cambiata tutti i giorni! Aggiungere del pastoncino all’uovo soprattutto quando ci sono i piccoli.
RIPRODUZIONE:
L’accoppiamento è preceduto da un sonoro corteggiamento da parte del maschio: questo si distingue dalla femmina in quanto nel periodo riproduttivo (in primavera) presenta una cloaca che tende a gonfiarsi. E’importante dotare la gabbia di un nido interno o esterno e di materiale, es. juta, per imbottirlo. Le femmine depongono un uovo al giorno (al Max 4 ) e l’incubazione dura 13 giorni. I piccoli sono nutriti dalla madre che rigurgita il pastoncino direttamente nella loro gola. Diventano autosufficienti ad un mese di vita.
PRINCIPALI MALATTIE:
– Malattia respiratoria cronica: dovuta a virus trasportati dalle zanzare, si trasmette da individuo ad individuo. Si manifesta con difficoltà di respirazione: si cura con una terapia d’antibiotici.
– Coccidiosi: dovuta a dei protozoi detti coccidi si manifesta con addome gonfio e diarrea, si cura con farmaci specifici.
– Vaiolo(forma cutanea): trasmesso dalle zanzare si manifesta con pustole sul corpo e debolezza; terapia antibiotica e disinfezione dei locali.
– Vaiolo (forma polmonare)trasmesso dalle zanzare si manifesta con respiro affannoso e sibilante, può ’essere letale.
Un soggetto sano deve avere un piumaggio lucente, un comportamento sveglio e attivo, occhio e becco puliti e senza secrezioni, pelle rosa e pulita, zona genitale asciutta.
Il canarino cambia piumaggio in primavera e in autunno: se si trovano molte penne sul fondo della gabbia, ma il canarino appare ben coperto non ci si deve preoccupare, la muta procede come si deve.Consultare il medico solo se il canarino appare “spennacchiato”
ALLEVAMENTO:
Le dimensioni minime della gabbia per una coppia di canarini è 60x35x40 d’altezza. Questa deve contenere:
posatoi fissati alle sbarre ad una distanza tale da permettere ai volatili di muoversi agevolmente;
mangiatoie e beverini a sifone;
una vaschetta per il bagnetto (acqua sempre pulita e a temperatura ambiente).
Il fondo può essere costituito da fogli di giornale o da tutolo di mais da cambiare almeno una volta la settimana.
L’ambiente che ospita la gabbia deve essere asciutto, pulito e ben areato; la gabbia va sistemata in una stanza luminosa ma lontano da correnti d’aria: i bagni di sole giovano ai canarini, ma devono sempre avere la possibilità di ripararsi all’ombra.

NOTA BENE:

Non tenere mai la gabbia in cucina,i fumi emessi dalle padelle antiaderenti potrebbero uccidere i piccoli volatili

SEO Strategy by MatteoGiorgi.com